Bendaggio gastrico

Perdere peso con l’aiuto del sistema di bendaggio gastrico regolabile

 

Tutto può iniziare da qui

Se state leggendo queste informazioni, probabilmente è perché state valutando con il vostro medico la possibilità di perdere peso con l’aiuto di un sistema di bendaggio gastrico regolabile. Tenuto conto di ciò, non ha realmente importanza perché siete ingrassati, tutto dipende dalle decisioni che prenderete a partire da questo momento. La perdita di peso si può misurare. Meno facile è misurare i miglioramenti della qualità della vita derivanti dall’essere più magri, essere più attivi e sentirsi meglio fisicamente. I vostri familiari e i vostri amici potranno condividere con voi il vostro successo e il miglioramento generale dello stato di salute che otterrete. Questo opuscolo è stato pensato per fornire informazioni sul sistema di bendaggio gastrico regolabile, presentandolo, spiegandone il funzionamento e illustrandone i principali vantaggi. Il sistema di bendaggio gastrico regolabile è specificamente concepito per aiutarvi a perdere in modo duraturo il peso in eccesso; tuttavia è importante sapere che potrà rappresentare un aiuto soltanto per le persone che si impegnano concretamente a modificare il proprio stile di vita.

 

Le dimensioni contano

L’obesità clinica è una condizione medica caratterizzata da un accumulo di grasso corporeo in eccesso in misura tale da portare patologie quali diabete, ipertensione, cardiopatia, ictus e persino la morte. Tutte queste patologie rappresentano un’importante sfida per le autorità sanitarie anche per il fatto che i costi sostenuti per offrire trattamento e sostegno continuano ad aumentare. Più una persona è obesa, maggiori sono le probabilità che abbia problemi di salute. Il crescente aumento dell’incidenza dell’obesità si associa a stili di vita sedentari che portano a fare poca attività fisica oltre ad avere una sempre maggiore disponibilità di cibi e bevande ipercalorici.

 

Alcuni fattori possono favorire un aumento di peso e l’insorgenza dell’obesità:

  • Assunzione di una quantità di calorie maggiore rispetto all’effettivo fabbisogno - questo può dipendere dal metabolismo individuale e dal livello di esercizio fisico
  • Anamnesi familiare - la predisposizione verso l’obesità può essere ereditaria
  • Cambiamenti metabolici - squilibri ormonali possono incidere sulla velocità con cui viene accumulato il grasso corporeo
  • Equilibrio nutrizionale - non si tratta solo del volume di cibo ingerito ma anche del modo di mangiare, di quando si mangia e di contenuto energetico degli alimenti
  • Fattori psicologici - il mangiare eccessivamente e l’osservanza di una dieta scadente possono porsi in relazione a problematiche personali, sociali o emotive sottostanti

 

 

Tabella BMI

  

Quando è necessario un aiuto

La maggior parte delle persone che ritengono di essere in sovrappeso ha provato a dimagrire in vari modi, con diversi gradi di riuscita e fallimento. Come chiunque abbia provato a dimagrire sa che cambiare abitudini consolidate da anni non è semplice.

Seguire una dieta controllata fa parte di un qualunque metodo per conseguire una perdita di peso, indipendentemente che ci si sottoponga o meno a intervento chirurgico. È vero che la dieta in sé può avere successo ma spesso, una volta terminata, le persone riprendono il peso perduto, innescando un ciclo di perdita e riacquisto, ripetuti, del peso corporeo, fenomeno meglio conosciuto come effetto ‘yo-yo’, che a lungo termine può demoralizzare ed essere poco salutare.

Sono disponibili anche farmaci per la perdita di peso e pillole dimagranti, soggetti a prescrizione o da banco.  Solitamente questi prodotti agiscono sopprimendo l’appetito o riducendo la quantità di grasso assorbito durante la digestione.
Ancora una volta, pur essendo in grado di aiutare alcune persone, in altre producono effetti collaterali inaccettabili per un uso continuato.

Le persone che, a giudizio del medico, presentano un’obesità severa o patologica, sono esposte a rischi gravi per la salute che possono esitare in malattie quali cardiopatia, ictus e diabete, nonché portare ad importanti limitazioni della qualità della vita.
La dieta e la terapia farmacologica non sono state sufficienti per aiutare queste persone a perdere il peso necessario per stare bene.
In base alle circostanze individuali, i medici potranno raccomandare ai propri pazienti con BMI pari o superiore a 30 di valutare la possibilità di sottoporsi ad un intervento chirurgico che possa aiutarli a perdere peso.
Possono essere prese in considerazione diverse opzioni chirurgiche per la perdita di peso (chirurgia bariatrica) anche se tutte condividono il medesimo scopo di conseguire una perdita significativa del peso in eccesso.

Tali opzioni includono il bypass gastrico, la gastrectomia a manica (in inglese sleeve gastrectomy) e il bendaggio gastrico regolabile.

L’approccio migliore per un paziente potrebbe non essere altrettanto adeguato per un altro. I chirurghi possono modificare o asportare porzioni dello stomaco e dell’apparato digerente per limitare la quantità di cibo che lo stomaco è in grado di contenere e ridurre l’assorbimento di alimenti e sostanze nutritive. Il bypass gastrico e la gastrectomia a manica sono riconosciuti come tecniche che permettono di ottenere una rapida perdita di peso; tuttavia risulta difficile, o spesso impossibile, invertire il procedimento o eseguire aggiustamenti dopo l’intervento.

In seguito, potrebbe essere necessario assumere vitamine, minerali e altri integratori per il resto della vita. 
Il bendaggio gastrico regolabile è un intervento completamente reversibile. Il chirurgo posiziona il bendaggio attorno alla parte più alta dello stomaco, come si farebbe con un cinturino da orologio, in modo da formare una piccola tasca. Il bendaggio si regola insufflando nell’anello interno soluzione fisiologica.

 

 

Il sistema di bendaggio gastrico regolabile è una procedura regolabile e reversibile.
Consiste essenzialmente nel posizionamento di un anello di silicone attorno alla parte superiore dello stomaco per via laparoscopica allo scopo di ridurre le dimensioni dello stomaco.
Il sistema di bendaggio gastrico regolabile riduce la capacità dello stomaco limitando così la quantità di cibo che può essere consumata in una sola volta, inducendo nel paziente un senso precoce e duraturo di sazietà.
Il posizionamento del bendaggio non richiede tagli né l’applicazione di punti metallici sullo stomaco, riducendo significativamente il rischio di gravi complicanze chirurgiche. Il tempo di recupero dopo l’applicazione del bendaggio è molto rapido, l’intervento può essere eseguito in regime di day surgery e il paziente può riprende le sue normali attività nell’arco di una settimana.

 

Schema di posizionamento del bendaggio gastrico regolabile

 
 

 

Al momento di decidere quale procedura eseguire, dovrete parlare con il vostro chirurgo delle opzioni di trattamento disponibili. I vantaggi e i rischi differiscono in funzione delle circostanze individuali di ogni singolo paziente

 

La chirurgia per la perdita di peso di qualunque tipo comporta rischi intrinseci e non è, da sola, una ‘bacchetta magica’. Per dimagrire con successo e mantenere nel tempo il peso raggiunto, è necessario che il paziente si impegni personalmente ad attenersi ai consigli del chirurgo e ad adottare cambiamenti nelle abitudini alimentari e nello stile di vita.

È importante ricordare che, indipendentemente dal trattamento o dalla combinazione di trattamenti che vi vengono consigliati o che scegliete di applicare, la buona riuscita a lungo termine dipende dall’impegno che metterete nel cambiare il vostro modo di mangiare, ciò che mangiate e lo stile di vita che seguite. La quantità di peso in eccesso perduto con l’aiuto di un bendaggio gastrico dipende dalle circostanze individuali. Nessuno dice che sia facile, perché non lo è, ma il sistema di bendaggio gastrico regolabile può aiutare i pazienti a perdere il peso in eccesso e ad avere una vita più sana.

Il bendaggio offre alcune caratteristiche che possono aiutarvi a conseguire con successo la perdita di peso desiderata:

  • Nessun taglio, uso di punti metallici, asportazione o rerouting di nessun tratto dello stomaco
  • Ripresa della normale attività nell’arco di una settimana
  • Permette di effettuare regolazioni sulla base delle esigenze di dimagrimento individuali durante le
  • consulenze di follow-up senza la necessità di ulteriori interventi chirurgici
  • Possibilità di rimozione in qualsiasi momento in caso di necessità
  • La perdita di peso conseguita con un sistema di bendaggio gastrico regolabile è significativa, con
  • risultati a lungo termine simili a quelli del bypass gastrico

Ognuno ha una storia diversa e ciascuno di noi ha le proprie ragioni per introdurre cambiamenti nel proprio modo di vivere. Per coloro che riconoscono di avere un problema di peso importante, si impegnano a seguire i consigli professionali ricevuti dal medico e decidono che l’intervento chirurgico è la soluzione più adeguata per il loro caso, il sistema di bendaggio gastrico regolabile può aiutare raggiungere gli obiettivi desiderati in termini di riduzione di peso.

Dopo aver parlato con il vostro medico delle opzioni a vostra disposizione avete deciso di prendere in considerazione il sistema di bendaggio gastrico regolabile per ottenere, tramite esso, una perdita del peso in eccesso. Questo incontro vi permetterà inoltre di condividere i vostri pensieri e i vostri obiettivi con i vostri amici e i vostri familiari in modo da avere sempre qualcuno che vi accompagni agli appuntamenti e capisca la situazione relativa all’intervento chirurgico e alla vita che vi attende dopo. Il loro coinvolgimento e il loro sostegno possono essere di enorme valore per voi quando vi preparate ad affrontare l’intervento, durante il periodo di recupero e, fattore di essenziale importanza, in futuro, quando riprenderete la normale routine giornaliera.
Non sarete da soli. Riceverete una consulenza professionale dal vostro medico e dal vostro chirurgo così come la loro equipe vi fornirà consigli adeguati alle vostre esigenze.

 

Vi dovrete recare agli appuntamenti e sottoporvi agli esami che consentono di verificare le vostre condizioni fisiche oltre ad incontrare il chirurgo con il quale parlare dell’intervento. Successivamente dovrete concordare una data. Nei giorni che precedono l’intervento, preparerete una lista di controllo annotandovi tutto il necessario per l’ospedale e ciò di cui avrete bisogno quando ritornerete a casa. L’intervento verrà eseguito in anestesia totale e in genere richiederà poco più di un’ora. Essendo eseguito per via laparoscopica le incisioni che sarà necessario praticare sono di piccole dimensioni.
Quando vi sveglierete e l’effetto dell’anestesia sarà terminato, il dolore che potrete avvertire in questa fase può essere alleviato assumendo antidolorifici. Sarete inoltre incoraggiati ad alzarvi e a muovervi il prima possibile per mantenere una buona circolazione sanguigna. Dopo l’operazione potrà essere necessario fare una radiografia per accertare che tutto proceda bene. Solitamente è necessaria una degenza in ospedale di non più di 24 ore; tuttavia potreste avere bisogno di un periodo di ricovero più lungo in caso di insorgenza di complicanze che richiedano l’intervento del chirurgo. Potrete lasciare l’ospedale una volta ottenuto il benestare del medico.

 

Per l’ospedale:

Indossate abiti larghi e comodi

Chiedete a un amico o a un parente di accompagnarvi in ospedale (e di riportarvi a casa dopo l’intervento)

Portate una camicia da notte/pigiama e ciabatte comode

Necessario per l’igiene personale

Se dovete assumere costantemente dei farmaci portate con voi la lista e una scorta sufficiente per un paio di giorni

Libri o giornali

Note o informazioni personali che vi sono state richieste

 

Prima di tornare a casa:

Chiedete al vostro accompagnatore di portarvi un cuscino morbido per proteggere lo stomaco durante il viaggio di ritorno.

Fate in modo che ci sia qualcuno ad aspettarvi quanto tornerete a casa per aiutarvi a sistemare e preparare le vostre cose.

 

Cosa dovete trovare pronto quando tornate a casa:

Zuppe diluite, latte scremato, succo di frutta, bibite senza zucchero

Antidolorifici prescritti o consigliati dal medico

Il processo di adattamento a una vita con il bendaggio gastrico inizia con il vostro rientro a casa. L’equipe medica vi avrà dato alcuni consigli che dovrete seguire rigidamente. Vi avrà indicato, ad esempio, quali farmaci assumere e vi avrà fornito opportune istruzioni su come lavarvi e farvi la doccia.
È del tutto normale avvertire un leggero dolore, soprattutto nella zona in cui è posizionato il port di accesso sotto la pelle. Se il dolore continua ad essere fastidioso, è consigliabile tuttavia rivolgersi al medico o al chirurgo. Il vostro chirurgo vi prescriverà una dieta da seguire prima dell’intervento e ve ne illustrerà l’importanza. Il primo mese dopo l’intervento ha come obiettivo la cicatrizzazione. Durante questo periodo è più importante permettere allo stomaco di adattarsi al bendaggio che perdere peso. Potreste avvertire rapidamente la differenza ma in generale dovrete avere pazienza.
Così come non avete accumulato un sovrappeso in pochi mesi, analogamente, non potete pretendere di perdere quel peso di troppo nel giro di poche settimane e mantenervi in buona salute. Durante le prime settimane dopo l’intervento per il posizionamento del bendaggio gastrico, la vostra dieta passerà gradualmente dai cibi liquidi a quelli di consistenza morbida sino a introdurre successivamente cibi solidi. Alcuni consigli sono più ovvi di altri: dovrete ad esempio avere cura di riposare molto ma anche di seguire i consigli del medico su quanto camminare ogni giorno per fare esercizio fisico e favorire il vostro recupero postoperatorio. E ricordate di NON cercare di sollevare pesi.

 

Mettetevi immediatamente in contatto con il vostro medico o con il vostro chirurgo se avvertite uno dei seguenti sintomi:

 

Febbre che raggiunge o supera i 40°C

Improvvisa mancanza di respiro o dolore al torace

Presenza di dolore, arrossamento o gonfiore su una o entrambe le gambe

Nausea o vomito

Dolore acuto all’addome

Dolore, gonfiore o fuoriuscita di liquido dalle incisioni

 

 

Prima e seconda settimana
Seguite una dieta strettamente liquida.

L’obiettivo durante questo primo periodo postoperatorio è quello di proteggere la piccola tasca gastrica. Continuate a bere acqua per mantenere una buona idratazione e introducete liquidi diluiti che sarete in grado di tollerare. I cibi liquidi che si consiglia di assumere in questa fase comprendono:

  • Brodo o minestra diluita (senza verdure e carne e non cremosi)
  • Ghiaccioli senza zuccheri aggiunti

Per evitare o ridurre la probabilità che si sviluppi un’intolleranza ai liquidi, bevete molto lentamente e sempre a piccoli sorsi alla volta.

 

Terza e quarta settimana
Aggiungete la purea al menu

Durante la terza e la quarta settimana, potete cominciare ad assumere cibi di consistenza leggera. Lo scopo in questo momento è quello di assumere cibi della consistenza di un alimento per bambini. Questo vi aiuterà a passare successivamente a cibi più solidi. Poiché le proteine sono molto utili per aiutarvi a mantenere il tono muscolare durante il periodo di dimagrimento, cominciate prima a mangiare cibi ricchi di proteine e passate successivamente alla frutta e alla verdura.

 

Quinta settimana
Potete mangiare cibi morbidi ma è fondamentale che mastichiate bene

A questo punto la vostra dieta potrà comprendere cibi cotti teneri come il pesce e il pollo. Prendete l’abitudine di masticare bene questi alimenti (se portate la dentiera, dovete tagliare precedentemente il cibo in piccoli pezzi). È assolutamente importante seguire queste precauzioni per evitare nausea, irritazione e gonfiore gastrico o eventuali ostruzioni alla bocca dello stomaco. Anche il passaggio a cibi più pesanti può provocare il vomito, condizione che potrebbe aumentare il rischio di scivolamento del bendaggio o di allargamento della piccola tasca gastrica situata sopra il bendaggio. Se i cibi morbidi provocano questi problemi dovrete evitarne l’assunzione e ritornare alla dieta liquida che seguivate nei primi tempi. Successivamente potete ricominciare ad aggiungere nuovamente e gradualmente cibi morbidi. In tutti i casi consultate il vostro medico o il vostro dietologo per chiedere consigli relativamente al vostro caso specifico. È importante ritornare ad una dieta che includa alimenti solidi prima di eseguire la prima regolazione del bendaggio dopo circa 6 settimane dal posizionamento.

 

 

I cibi da assumere in questa fase possono includere:

  • Pollo o pesce privati della pelle e ridotti in purea
  • Purea di patate
  • Yogurt o dessert magri
  • Gelatine
  • Purea di verdure

 

Il tempo per abituarsi

La regolazione del bendaggio deve essere ottimale per il vostro stomaco; questo è molto importante per il corretto funzionamento del bendaggio e per ottenere i migliori risultati. Durante le visite di follow-up, l’equipe medica potrà variare la quantità di liquido contenuta nel bendaggio, per restringerlo o allargarlo in modo da adattarlo alle vostre specifiche esigenze e fare in modo che quando mangiate vi sentiate sazi senza essere a disagio e otteniate un dimagrimento sano e graduale. Questa fase è indicata come ‘Zona verde’.

Un livello ottimale di restrizione del bendaggio deve essere quello che consente di perdere peso in modo graduale. Questo significa che dovreste essere ancora in grado di mangiare in misura sufficiente da assumere le sostanze nutrienti di cui avete bisogno, limitando al contempo la quantità complessiva di cibo che potete effettivamente mangiare. Il vostro primo appuntamento sarà di solito fissato quattro-sei settimane dopo l’intervento e il chirurgo aggiungerà soluzione fisiologica al bendaggio iniettandola con una siringa attraverso il port di accesso posizionato sotto la pelle.

Man mano che perderete peso, è possibile che dobbiate fissare ulteriori appuntamenti per eseguire ulteriori regolazioni, probabilmente da cinque a otto nel corso dei primi 12 mesi. In questo modo l’equipe medica avrà modo di controllare che l’equilibrio fra perdita di peso, sensazione di sazietà e abitudini alimentari sia perfetto. L’aggiunta o la rimozione di soluzione fisiologica sarà necessaria soltanto nel caso in cui non rientriate nella cosiddetta ‘Zona verde’, ovvero il livello ottimale di restrizione gastrica. Una volta che avrete raggiunto il vostro obiettivo di calo ponderale, gli appuntamenti saranno meno frequenti.

 

Come valutare la corretta quantità di liquido nel bendaggio

 

Anche se mangiate meno, è comunque necessario che seguiate ancora una dieta equilibrata sana. Questo perché, dopo l’intervento per il posizionamento del bendaggio gastrico, è molto importante parlare dei piani nutrizionali con il vostro medico e con il vostro dietologo, i quali potranno aiutarvi ad elaborare un piano alimentare che non includa soltanto tutti i gruppi alimentari, le vitamine e i minerali necessari ma che si adatti anche alle vostre preferenze e ai vostri gusti personali. Cosa ancora più importante, se soffrite di allergie, potranno aiutarvi a pianificare una dieta che eviti gli ingredienti che potrebbero provocare una reazione.

Può risultare utile fare un elenco di alimenti preferiti e, se si tratta di cibi pronti, annotarne i valori nutrizionali e il contenuto calorico per poter preparare la porzione appropriata al vostro caso specifico. È importante mantenere una buona idratazione per favorire la digestione e aiutare il vostro corpo a depurarsi dalle tossine. Purché siano a contenuto calorico bassissimo o nullo, potete bere liquidi nella quantità desiderata. Sono una buona scelta le bevande non gassate senza zucchero (le bibite gassate potrebbero contribuire ad allargare la piccola tasca gastrica), tè o caffè (nero) e, naturalmente, l’acqua (diluita o meno con un analcolico senza zucchero). È comunque buona norma non bere grandi quantità di liquidi prima o durante il pasto.

 

Alcune regole da ricordare

  • Cercare di mangiare in un piatto più piccolo
  • Assumere bocconi piccoli e masticare bene
  • Mangiare lentamente aspettando 1 minuto fra un boccone e l’altro
  • Pianificare di mangiare solo tre piccoli pasti al giorno
  • Smettere di mangiare appena si avverte il senso di sazietà
  • Limitare la quantità di bevande assunte prima e durante un pasto
  • Scegliere solo cibi nutrienti di buona qualità
  • Evitare i cibi con troppe fibre
  • Bere a sufficienza durante il giorno
  • Bere solo bevande ipocaloriche

 

Dovrete discutere dei piani nutrizionali e alimentari da seguire con il vostro dietologo in modo da verificare che l’equilibrio complessivo tra proteine, vitamine, calcio ed altri minerali essenziali sia adeguato al vostro caso.

Cereali integrali 
Incluse piccole porzioni di fiocchi di mais o fette sottili di pane integrale o di segale tostato.

Fette biscottate ai cereali

 

Proteine 
Carne, pesce o pollame (25-50g) oppure un uovo sono opzioni adeguate ma occorre togliere tutto il grasso visibile prima di cucinare la carne alla griglia, al vapore, al microonde o bollita.

Uovo alla coque

 

Latticini
Latte, yogurt e formaggio sono buone fonti di calcio ma è bene scegliere le varietà a basso a contenuto di grassi e non superare le quantità consigliate nel vostro piano alimentare.

Formaggio grana

 

Bevande
L’acqua va bene così come le bibite non gassate senza zucchero, le bevande analcoliche da diluire, il tè o il caffè (nero)


Caffè

 

In abbinamento al vostro piano dietetico, un programma di attività fisica può giocare un ruolo chiave nel produrre una perdita di peso di successo. L’esercizio non consente solo di bruciare calorie ma anche di migliorare la forma fisica e la mobilità. È una situazione che presenta senz’altro molti vantaggi. Il vostro medico e il vostro fisioterapista possono aiutarvi a pianificare il vostro programma di attività fisica che può cominciare con alcuni esercizi leggeri per poi aumentare gradualmente di intensità.

Poiché il vostro corpo potrebbe non essere abituato all’esercizio fisico dovrete seguire il consiglio del medico per evitare di fare uno sforzo eccessivo o di procurarvi lesioni fisiche. Molti medici consigliano agli adulti, come obiettivo a lungo termine, di svolgere attività fisica ad intensità moderata per almeno 30 minuti quanti più giorni possibile e se si riesce tutti i giorni. Vi raccomandiamo di impegnarvi in una serie di esercizi vari che includano possibilmente stiramenti e piegamenti, che vi piacciano e desideriate continuare a praticare


Esercizio molto leggero

  • Stare in piedi anziché seduti
  • Dipingere
  • Cucinare

 

Esercizio leggero:

  • Camminare a una velocità di 4 km all’ora
  • Sbrigare le faccende domestiche e pulire la casa

 

Attività moderata

  • Camminare a una velocità di 6 km all’ora
  • Praticare giardinaggio
  • Fare shopping

 

Attività intensa:

  • Camminare di buon passo o fare jogging
  • Andare in bicicletta o ballare

 

 

Qualche domanda?

L’elenco di seguito riportato può aiutarvi a preparare alcune domande da rivolgere al medico durante la consultazione sul bendaggio gastrico.

Quanto peso posso aspettarmi di perdere e in quanto tempo?

Quanto tempo dovrò rimanere in ospedale?

Quante visite mediche dovrò fare dopo la regolazione del bendaggio?

Che tipo di supporto riceverò dopo l’intervento?

Dopo l’operazione, come faccio a sapere se rientro nella ‘Zona verde’?

È possibile allentare il bendaggio in occasioni particolari?

Dovrò ricorrere ad un intervento di chirurgia plastica per eliminare la pelle in eccesso dovuta al dimagrimento?

Che cosa succede in caso di gravidanza?

Quanti alcolici mi è consentito bere?

Come ci si deve comportare quando si va a mangiare fuori?

 

Come per tutti gli interventi chirurgici, l’intervento per il posizionamento di un bendaggio gastrico regolabile comporta un certo rischio di complicanze. Potete chiedere al vostro medico di spiegarvi alcuni potenziali rischi, quali:

  • Rischi associati a qualsiasi intervento chirurgico
  • Slippage o scivolamento del bendaggio e dilatazione della tasca
  • Erosione
  • Perdita del port di accesso
  • Ostruzione dello stoma
  • Nausea severa
  • Reflusso gastroesofageo

 

Mano a mano che perderete peso, vi sentirete orgogliosi di voi stessi e del traguardo che avete raggiunto. Ascoltate il vostro corpo e osservate come reagisce al cibo che mangiate e alle attività che praticate e, se avete dei dubbi o delle preoccupazioni, rivolgetevi per un consiglio al vostro medico o all’equipe medica specializzata nella perdita di peso. Pur non potendo certamente rispondere a tutte le vostre possibili domande, confidiamo che le informazioni contenute in questo opuscolo possano offrirvi una panoramica generale del sistema di bendaggio gastrico regolabile. È importante che parliate con il vostro medico delle vostre circostanze personali e delle opzioni di trattamento a vostra disposizione.

 

Contattaci

Presso Centro di Medicina
Via Valeggio, 2 - Padova

Telefono 338 6004215
Fax 049 8931965
Email  This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Siamo su Facebook